giovedì 27 ottobre 2016

Zampa di gatto, coda di manta e corna di gazzella: il caso dell'investigatore Tombolo


I casi da risolvere gli piombano sul tavolo direttamente nella sua agenzia investigativa di Spaccabellezze ma l'investigatore Marino Tombolo non si affanna perché sa che riuscirà a venirne a capo prima o poi. 
Ci ragionerà sopra con calma mentre si ciuccia un bel chupa chups al gusto melon soda. Calma e gesso sono la sua regola. Ragionamento e tattica sono la sua forza per risolvere certi strani casi che accadono a Spaccabellezze, un pittoresco paesino di pescatori della Toscana del sud. Una donna marocchina è stata trovata morta nelle acque del porto. Lo scorbutico maresciallo Busonero vuole insabbiare l'indagine con il benestare del torvo sindaco Moscone, sempre in allarme per le indagini di Tombolo che minacciano l'arrivo dei turisti e la sua riconferma alla guida del paese. Per Busonero la donna è morta durante uno sbarco notturno di un barcone d'immigrati. Ma l'investigatore sa benissimo che non è così. Tombolo non molla la presa anche perché la guardia medica Rossella Sirena, di lui innamorata persa e poco corrisposta, lo convince a indagare sulla strana morte della donna uccisa. Poi all'improvviso due nuovi clienti gli aprono la strada verso la soluzione del caso e la cattura a sorpresa dell'omicida. Il colpevole sarà preparato a puntino perché Tombolo chiederà aiuto a Prospero Buontempo, aiutante “ombra” dell’agenzia e cuoco a domicilio con il suo Apone carrozzato “Shanghai Cuki Express”, che gli dirà come cucinarlo per le feste. Tutto sarà risolto all’ultimo tuffo e il pesce incapperà nella rete che gli ha stesso l’investigatore Tombolo.

Il giallo sarà pubblicato da CAVINATO EDITORE INTERNATIONAL.



Nessun commento:

Posta un commento